Telefono Tel. 0881.912007/966557   Fax 0881.912921
 E-mail: info@meridaunia.it  PEC: meridaunia@pec.it
Descrizione Monti Dauni
Monti Dauni: La Puglia delle eccellenze
30 comuni, circa 90 mila abitanti, oltre 500 tra chiese, siti di interesse comunitario, musei e castelli, 9 centri con marchi di qualità turistica e ambientale. Sono i Monti Dauni, una delle più suggestive e caratteristiche aree geografiche della Puglia, coronati da borghi che sono autentici scrigni di secoli di storia, d'arte e tradizioni. Più di un terzo del polmone verde pugliese è sulle alture dell’Appennino Dauno che forniscono per intero le risorse idriche necessarie alla provincia di Foggia. I fiumi, i laghi, le riserve faunistiche dei Monti Dauni rappresentano un unicum ambientale preziosissimo, un vero e proprio giacimento di biodiversità da salvaguardare e da promuovere. Una terra ricca di risorse e di primati: qui si trova la vetta più alta della Puglia, il Monte Cornacchia (m. 1151); qui si trovano i paesi con la massima altitudine, Faeto (m. 840 s.l.m.) e Monteleone di Puglia (m.850 s.l.m.). Ed è in questo ampio fazzoletto di terra che vivono le specie animali e vegetali più selvatiche e preziose: il lupo, il cinghiale, la volpe, il falco; tutti esemplari che popolano le aree boschive ricche di sorgenti, funghi, tartufi, erbe spontanee e officinali.

Paesi e Paesaggi
I Monti Dauni si trovano a Nord Ovest della Puglia in provincia di Foggia e fanno parte della famosa dorsale appenninica italiana. Lucera con oltre 30 mila abitanti è il centro più popoloso, punto di riferimento commerciale e politico-istituzionale di tutto il vasto comprensorio che annovera i comuni di Accadia, Anzano di Puglia, Ascoli Satriano, Biccari, Bovino, Candela, Carlantino, Casalnuovo Monterotaro, Casalvecchio di Puglia, Castelnuovo della Daunia, Castelluccio dei Sauri, Castelluccio Valmaggiore, Celenza Valfortore, Celle di San Vito, Deliceto, Faeto, Monteleone di Puglia, Motta Montecorvino, Orsara di Puglia, Panni, Pietramontecorvino, Rocchetta Sant'Antonio, Roseto Valfortore, San Marco la Catola, Sant'Agata di Puglia, Troia, Volturara Appula, Volturino.

Sette “Bandiere Arancioni” e quattro "Borghi più belli d'Italia"
Il territorio dei Monti Dauni è l'ideale per le gite fuori porta del weekend, tra cultura e storia. L'appennino è pieno di piccoli tesori, paesini arroccati e borghi medievali in grado di lasciare senza fiato. Ben quattro "Borghi più belli d'Italia sono situati sui Monti Dauni: Alberona, Bovino, Pietramontecorvino e Roseto. Il loro tratto distintivo è la bellezza, l'atmosfera che si respira passeggiando nelle viuzze o visitando chiese, castelli e palazzi storici. Dei veri e propri musei a cielo aperto, lontani dal frastuono della città e dalle tangenziali. Sono ben sette i comuni Bandiera Arancione (Alberona, Bovino, Orsara di Puglia, Pietramontecorvino, Rocchetta Sant'Antonio, Sant'Agata di Puglia e Troia) ai quali il Touring Club Italiano ha destinato il marchio di qualità turistico ambientale per la qualità e l’eccellenza nell’accoglienza. Un itinerario che ripercorre tutti gli scenari più affascinanti dei Monti Dauni: da Alberona, il paese delle sorgenti e dei torrenti, a Bovino denominata la Urbino del sud per le sue bellezze architettoniche, ad Orsara di Puglia, particolare per il gran numero di ristoranti tipici, fino a Pietramontecorvino, Rocchetta Sant'Antonio e Sant'Agata di Puglia, famose per le rocche, i castelli e i palazzi ducali.

I Monti Dauni finalmente destinazione turistica
Quest’angolo di Puglia si sta ritagliando uno spazio sempre più consistente nel panorama turistico, imponendosi nell'immaginario come un’area ricca di paesaggi e di luoghi pieni di storia che incantano e stupiscono quanti li scelgono come meta turistica. Tanti itinerari tra boschi, pascoli, sorgenti d'acqua e dolci colline, da percorrere a piedi, in bici o a cavallo. Ma l'Appennino Dauno non offre solamente bellezze naturali. I centri abitati regalano all'occhio del visitatore altre mete di sicuro interesse, con gli antichi borghi, gli edifici storici e i monumenti religiosi.
 
Archeologia e storia
I Monti Dauni hanno una grande storia alle spalle, testimoniata da cattedrali romaniche, chiese di campagna, castelli, musei e borghi incontaminati. Sono il luogo ideale per gli amanti della storia e dell’ archeologia; un tempo qui regnava l'antica civiltà dauna. Conservano evidenti ed importanti tracce archeologiche, gli scavi di Faragola nei pressi di Ascoli Satriano dove è da visitare anche il polo museale che ospita i famosi grifoni, la statua in marmo che rappresenta due creature fantastiche - con grandi ali hanno corpo di leone e testa di drago – nell’atto di azzannare un cervo. Risalente al IV secolo avanti Cristo, è un’opera dalla bellezza classica, senza tempo. È un pezzo unico, perché policromo, con tracce evidenti dei colori originali che lo ricoprivano. Dal 2010 i Grifoni sono custoditi gelosamente nel museo di Ascoli Satriano. Altra città d'arte dei Monti dauni è Troia, ritenuta anche la capitale del sacro. La cattedrale lascia i visitatori senza fiato per la ricercatezza delle decorazioni a traforo dell'originalissimo rosone, unico al mondo. Nel museo della Cattedrale si possono ammirare poi gl
i exultet, tre rotoli in pergamena con su scritto la prima parola del canto liturgico di Pasqua. Di questi preziosi e rarissimi documenti ne rimangono solo 33 nel mondo di cui ben 3 nella cittadina dei Monti Dauni.
 
Turismo all'aria aperta e parchi avventura
Sentieri natura che si snodano lungo il territorio dei Monti Dauni, tra fondovalle, colline e montagne. Percorsi ideali per camminare tra natura, borghi medievali e beni di interesse storico, artistico e culturale in ogni stagione dell'anno. I Monti Dauni sono il luogo ideale per chi vuole viaggiare senza fretta, per gli amanti delle passeggiate a piedi, a cavallo o in bicicletta.
Puro divertimento per tutte le età sono poi i tre parchi avventura dei Monti Dauni, luogo ideale per chi vuole trascorrere una giornata all'aria aperta e vivere la natura senza fretta. A Pietramontecorvino il parco, situato all'interno del bosco Pila Sant'Onofrio, prevede un "percorso vita" suddiviso in 13 stazioni munite di attrezzi in legno per lo svolgimento di esercizi ginnici. Il parco avventura di Monte Sambuco a Motta Montecorvino è destinato ai bambini dai 2 ai 10 anni. Infine il parco avventura di Lago Pescara: è il terzo parco avventura della provincia di Foggia e sorge all'interno del bosco di Biccari, alle pendici del Monte Cornacchia, a pochi passi dal Lago Pescara in uno degli scenari più belli dei Monti Dauni. La nuova area attrezzata si sviluppa su una superficie di ben 2 ettari ed è dotata di 3 percorsi per bambini con la casa sull'albero, e ben sette percorsi per adulti. All'interno del parco anche un percorso trekking che conduce gli escursionisti sul rifugio di Monte Cornacchia (mt 1151) alla scoperta della cima più alta della Puglia. Infine un'area destinata al tiro con l'arco.
 
Tradizioni e Prodotti
Quanti vanno alla scoperta di antichi saperi e autentici sapori potranno deliziare il palato lungo i percorsi enogastronomici tra sagre e locande e assaporare la tradizione e la genuinità dei prodotti tipici locali: dai salumi di maiale nero dei Monti Dauni ai formaggi, dalla pasta fresca all'olio e al vino fino ai prodotti da forno e ai dolci tradizionali. L'area del GAL Meridaunia è ricca di produzioni agroalimentari di qualità, una vera e propria risorsa che permette di proporre ai sempre più numerosi turisti un'offerta enogastronomica di primo livello. Tra le eccellenze più rinomate il lardo e il prosciutto di Faeto, la "nogghje" di Pietramontecorvino, il fagiolo dei Monti Dauni, la lenticchia di Faeto, il cacioricotta di Bovino, la mela limoncella di Panni, gli asparagi dei Monti Dauni (primi produttori in Europa), il caciocavallo di Monteleone di Puglia, il pane di Ascoli Satriano e Roseto Valfortore, i taralli di Rocchetta Sant'Antonio e lo zafferano di Deliceto. Meritano una menzione anche l'olio extravergine d'oliva DOP Dauno, il vino Cacc'e Mmitt di Lucera, il Tuccanese di Orsara di Puglia e il vino Nero di Troia che recentemente ha ricevuto il riconoscimento DOC. Sui Monti Dauni le uniche etichette di qualità enogastronomica: a Biccari (Città Bio), a Orsara di Puglia e Sant’Agata di Puglia (Città Slow).
  
Le minoranze linguistiche
Sono due le minoranze linguistiche storiche dei Monti Dauni: la comunità di lingua e cultura arbreshe (Casalvecchio di Puglia) e quella di lingua e cultura franco-provenzale a Celle di San Vito e Faeto. Questi ultimi due centri costituiscono la cosiddetta Capitanata arpitana, l'unica isola linguistica franco-provenzale dell'Italia peninsulare. Minoranze linguistiche tutelate da una legge del 1999 che attraverso l'attivazione degli sportelli linguistici punta a preservare, promuovere e valorizzare lo sviluppo di queste comunità.
 
Scarica la Guida dei Monti Dauni ITA

​Scarica la Guida dei Monti Dauni ENG
 

 
 
Condividi su: Condividi Facebook Condividi Twitter