Telefono Tel. 0881.912007/966557   Fax 0881.912921
 E-mail: info@meridaunia.it  PEC: meridaunia@pec.it
Storia e Mission
Meridaunia è una Società Consortile a responsabilità limitata mista a prevalenza di capitale privato costituita nel  1998. La compagine sociale è composta da un numero di soci appartenenti all’area pubblica, fra cui il Comune di Lucera, i 29 Comuni dei Monti Dauni, l’Università degli Studi di Foggia, la Camera di Commercio di Foggia e soci privati rappresentanti della società civile e del mondo dell’imprenditoria locale civile e del mondo dell’imprenditoria locale. In sintesi, la compagine sociale del GAL Meridaunia è composta da 74 soci (35 natura pubblica, 49 soggetti privati). I Comuni rappresentano il 19% del Capitale sociale, altri Enti Pubblici il 15,55%, le Associazioni Datoriali Agricole il 21%, le Organizzazioni CNEL il 21%, i Privati esercitanti attività agricola il 2,97%, e i Privati non esercitanti attività agricola il 20,48%.
Meridaunia scarl nasce come Gruppo di Azione Locale (GAL) per gestire, in quanto soggetto attuatore dell’Iniziativa Comunitaria Leader II, i fondi comunitari mirati allo sviluppo di aree rurali e marginali con problemi di sviluppo economico nel territorio dei 16 Comuni dell’area dei Monti Dauni meridionali.

 
LA MISSION
La “mission” di Meridaunia, è quella di essere una vera e propria “Agenzia di Sviluppo” del territorio, con una funzione complessiva di supporto allo sviluppo e alla creazione di impresa e di lavoro.
Il compito istituzionale di Meridaunia consiste essenzialmente nella elaborazione e nella implementazione di strategie di sviluppo del territorio, attraverso il coinvolgimento del maggior numero di attori socio-economici locali (pubblici e privati) oltreché delle comunità locali.
 
ATTIVITA’
In ambito LEADER Meridaunia è responsabile:
- della programmazione e redazione del Piano di Sviluppo Locale;
- dell’attuazione sul territorio del Piano approvato e finanziato;
- della gestione delle risorse finanziarie ad esso assegnate;
- della promozione e divulgazione dei programmi Leader.
 Inoltre Meridaunia:
- Eroga servizi di assistenza ed organizzazione inerenti le attività imprenditoriali (a titolo non esaustivo: assistenza tecnica nell’accesso alle risorse comunitarie, nazionali o regionali attivabili; servizi di avviamento al lavoro autonomo e all’autoimpiego;
- fa progettazione a supporto dei propri soci a valere su fondi nazionali e sui programmi di cooperazione transnazionale;
- Informa i propri soci e il territorio di riferimento su iniziative e bandi di altri fonti dello sviluppo supportando la divulgazione e facilitando la partecipazione delle comunità locali ai processi di sviluppo;
- Favorisce in generale la coesione sociale e in particolare agevola e supporta la creazione di partnership locali, territoriali, di settore o di gruppo.

1. ATTIVITA’ REALIZZATE IN AMBITO LEADER - PROGRAMMAZIONE 2014-2020
Meridaunia è impegnato nell’attuazione della Strategia di Sviluppo Locale ‘Monti Dauni’ attraverso le azioni e gli interventi previsti nel Piano di Azione Locale a valere sulla programmazione 2014-2020.
La Strategia è stata definita grazie ad una intensa attività di concertazione e di ascolto delle partnership e delle comunità locali, utilizzando un approccio plurifondo, ovvero calando le azioni e gli interventi sui diversi fondi a disposizione (FESR, FEASR e FSE), come previsto dalla Regione Puglia.
I tematismi che sono emersi dai tavoli di concertazione e che guidano gli interventi sono essenzialmente due:
1. TURISMO SOSTENIBILE
2. SVILUPPO E INNOVAZIONE DELLE FILIERE E DEI SISTEMI PRODUTTIVI LOCALI
Totale del Piano Finanziario Generale 48.000.000 di euro, di cui 32.000.000 euro di fondi pubblici e 16.000.000 euro di cofinanziamento dei privati.
 
PROGRAMMA LEADER 2007-2013
Il GAL Meridaunia ha partecipato alla programmazione Leader 2007-2013 asse III e IV del PSR PUGLIA 2007-2013. In questo arco di programmazione, Meridaunia ha ampliato il proprio territorio di riferimento, includendo anche i 13 Comuni dell’area settentrionale così da comprendere 30 comuni, ovvero l’ area al confine con le aree interne delle Regioni Basilicata, Campania e Molise (vedi foto). Le linee strategiche individuate nel PSL Meridaunia “Monti Dauni I luoghi dell’uomo e della natura (2007-2013) hanno toccato diversi aspetti dell’economia rurale, in particolare:
- recupero del patrimonio storico – culturale;
- incentivazione delle attività turistiche,
- impulso alla creazione di agriturismo e fattorie didattiche, ai servizi sociali soprattutto per le fasce deboli (inclusione sociale e lavorativa dei soggetti a rischio di marginalità, con particolare riferimento ai giovani e alle donne).
Dal Report finale delle attività della programmazione 2007-2013 emerge una forte volontà dei soggetti più giovani di essere promotori di un nuovo impulso di crescita del territorio, le cui direttrici sono l’innovazione dei prodotti e del sistema economico. In un territorio in cui l’economia è basata su aziende agricole di piccole dimensioni, si è puntato alla diversificazione delle aziende agricole verso nuove forme di agricoltura (agriturismi, masserie didattiche, fattorie sociali) e si è accresciuto il bisogno di declinare nuove forme di economie locali, soprattutto legate al turismo, creando i presupposti per una forma di ospitalità turistica diffusa, attraverso la creazione di strutture ricettive quali l’affittacamere e implementando il numero dei posti letto, il recupero di strutture/masserie di notevole interesse storico e architettonico.
BUDGET PREVISTO SOMME SPESE % SPESO
€  6.297.399,44 €  6.265.547,01 € 99,49%
 
PROGRAMMA LEADER PLUS  2000-2006
Il Piano di Sviluppo Locale “Meridaunia” ammontava a € 5.429.859,00 di cui € 3.836.014,68 di quota pubblica e € 1.593.844,72 di quota privata; ha finanziato 60 aziende private, creando 127 nuovi occupati e raggiungendo una percentuale di spesa pari al 99%.
 
PROGRAMMA LEADER II  1998-2002
Dal 1998 (anno di costituzione della società) al 2002 Meridaunia ha attuato sul territorio il Programma di Iniziativa Comunitaria Leader II, gestendone le risorse finanziarie in partenariato con Enti Pubblici e Soggetti Privati.
Nell’ambito dell’iniziativa Leader II sono stati raggiunti numerosi risultati soprattutto in relazione ad operazioni innovative e trasferibili che hanno messo in luce le nuove possibilità di sviluppo del territorio.
In particolare, l’attuazione del Programma ha dato grande impulso alla nascita di nuove realtà imprenditoriali, grazie all’ assegnazione di un importo di 1.084.580,00 euro per azioni di assistenza tecnica, tutoraggio e start up di nuove iniziative imprenditoriali.
Il Piano di Sviluppo Locale (PSL) finanziato con fondi comunitari prevedeva risorse totali pari a euro 4.200.000,00, di cui euro 3.150.000,00 rivenienti dai seguenti fondi: FSE; FEOGA; FESR; ed euro 1.050.000,00 con apporti del GAL.
Con il PSL il GAL Meridaunia ha raggiunto i seguenti risultati:
  DATO PREVISTO DATO REALIZZATO
NUMERO AZIENDE FINANZIATE 95 109
NUMERO NUOVI OCCUPATI 95 127
RISORSE IMPEGNATE € 4.200.000,00 € 3.990.000,00
RAPPORTO RISORSE/NUOVA OCCUPAZIONE € 44.210,00 € 31.417,00
 Il GAL Meridaunia, nel PIC Leader II, ha speso più del 95% del finanziamento ottenuto.
 
  1. ATTIVITA’ REALIZZATE IN AMBITO EXTRALEADER
STRATEGIA NAZIONALE AREE INTERNE - SNAI (2015 – oggi)
Meridaunia sta svolgendo il ruolo di Assistenza Tecnica ai Comuni dei Monti Dauni nell’attuazione degli interventi previsti dalla progettazione delle Aree Interne, una strategia nazionale attuata su territori ben circoscritti che intende creare lavoro, realizzare inclusione sociale e ridurre i costi dell’abbandono del territorio.
Sul territorio regionale, i Monti Dauni sono stati individuati quale Area Interna pilota della Puglia sulla quale si sperimenteranno strategie e azioni concrete di sviluppo attraverso l’erogazione di fondi pubblici.
Sono considerate ‘interne quelle aree significativamente distanti dai centri di offerta di servizi essenziali (di istruzione, salute e mobilità), caratterizzate da una forte diminuzione di popolazione negli ultimi anni, ricche di importanti risorse ambientali e culturali e fortemente diversificate per natura e a seguito di secolari processi di antropizzazione.
 
PIANO STRATEGICO DELL’ AREA VASTA DEI MONTI DAUNI  (2008)
Meridaunia è il soggetto tecnico cui è stata affidata la progettazione, l’implementazione e l’assistenza tecnica del Piano Strategico della Area Vasta dei Monti Dauni. Obiettivo prioritario del Piano Strategico è stato quello di prevenire e bloccare i fenomeni di crisi sociale ed economica prodotti dalla ristrutturazione economica nelle aree rurali, cercando di trasformare sia le minacce ed i punti di debolezza del sistema territoriale locale sia gli effetti negativi del cambiamento in opportunità e risorse per lo sviluppo sostenibile, ovvero cercando di ri-orientare in senso positivo le dinamiche socio-economiche involutive in atto. Il Piano Strategico mirava a implementare nel sistema territoriale dei Monti Dauni politiche integrate di sviluppo locale (processi di politiche attive del lavoro e politiche di inclusione sociale) al fine di creare nuovi mercati e nuovi bacini occupazionali per accrescere lo sviluppo economico, la coesione sociale e la tutela ambientale del territorio, in altri termini la qualità della vita delle aree rurali.
 
P.O. FESR PUGLIA 2007/2013 - RIGENERAZIONE URBANA (2010-2011)
Meridaunia ha realizzato per i Comuni del territorio – parte della propria compagine sociale - tre Documenti programmatici per la rigenerazione urbana o territoriale ai sensi della Legge regionale 29 luglio 2008, n.21, ovvero un documento che definisca ambiti territoriali che, per le loro caratteristiche di contesti periferici e marginali, rendono necessari interventi di rigenerazione urbana/territoriale e che individui un’idea-guida capace di orientare il processo di rigenerazione e di legare fra loro interventi diversi afferenti alle politiche abitative, urbanistiche, ambientali, culturali, socio-sanitarie, occupazionali, formative e di sviluppo.
Meridaunia ha inoltre assistito i Comuni nella presentazione delle candidatura in risposta all’ Avviso Pubblico – invito a presentare candidature per l’attuazione  dell’Azione 7.2.1 “Piani integrati di sviluppo territoriale” del P.O. FESR 2007-2013 sia dell’anno 2010 sia dell’anno 2011.
A seguito di questo lavoro, i comuni che hanno prodotto tale Documento, sono stati ammessi ad una fase negoziale con la Regione Puglia – Assessorato Assetto del Territorio per individuare progetti immediatamente cantierabili, in linea con quanto definito nei Documenti di rigenerazione a valere sulla Misura 7.1 e 7.2 del PO FESR 2007-2013 della Regione Puglia e sono stati ammessi a finanziamento per un importo totale di euro 5.300.000,00 per il 2010 e di circa 16.000.000,00 di euro per il 2011.

 
P.O. FESR PUGLIA 2007/2013 - EFFICIENTAMENTO ENERGETICO DEGLI IMMOBILI
Al GAL Meridaunia è stato anche affidato l’incarico per la redazione dello studio di fattibilità per il finanziamento di interventi di miglioramento della sostenibilità ambientale e delle prestazioni energetiche del patrimonio edilizio pubblico del settore terziario a valere sul PO FESR Puglia -Asse II - Linea di intervento 2.4 - azione 2.4.1. con il primo stralcio sono stati finanziati interventi per un importo di € 3.439.967,00 nei comuni di Anzano di Puglia, Ascoli Satriano, Castelluccio dei Sauri, Castelnuovo della Daunia, Deliceto, Lucera, con il secondo stralcio per euro 4.127.960,00 i Comuni di Accadia, San Marco la Catola, Biccari, Troia, Casalvecchio di Puglia, Alberona.
 
SAC – SISTEMI AMBIENTALI E CULTURALI (2010)
L’Agenzia di Sviluppo Meridaunia ha promosso e coordinato la presentazione di una proposta progettuale del territorio a valere sui Sistemi Ambientali e Culturali (SAC) denominato “I Luoghi dell’Uomo e della Natura” con Capofila il Comune di Lucera che interessava i comuni dell’area settentrionale, ammesso a finanziamento per un importo pari a 387.600,00 euro.
Meridaunia ha inoltre partecipato attivamente e contribuito alla stesura della proposta progettuale del SAC denominato “Apulia Fluminum” con capofila il Comune di Foggia e con il tavolo tecnico coordinato dall’Università degli Studi di Foggia. Fanno parte del territorio del SAC Apulia Fluminum i seguenti Comuni dei Monti Dauni: Bovino, Troia, Candela, Castelluccio dei Sauri, Ascoli Satriano, Orsara di Puglia, Deliceto, Panni, Monteleone di Puglia, Rocchetta Sant’Antonio, Sant’Agata di Puglia, Accadia, Anzano di Puglia.
 
CSI: Centro Servizi Integrato – INCUBATORE d’IMPRESE DI CANDELA (2009)
Con  decreto del 24 gennaio 2008 del Ministero del Lavoro e della Previdenza Sociale – Direzione Generale degli Ammortizzatori Sociali e degli Incentivi all’Occupazione, è stato approvato il Programma di Sviluppo localizzato nell’area del Comune di Candela (Incubatore di Impresa) a valere sul Fondo per lo Sviluppo art. 1 ter legge 236/93 presentato da Meridaunia. L’ Incubatore di Impresa è un luogo fisico dove supportare lo start up di nuove iniziative imprenditoriali offrendo spazi logistici, servizi di consulenza, strumenti di conoscenza del territorio e altri servizi per l’avvio di attività imprenditoriali a condizioni agevolate. L’ importo finanziato pari a € 1.527.743,00 ha dato vita a nuove attività imprenditoriali tuttora attive e alla creazione di nuovi posti di lavoro.
 
SISTEMA TURISTICO TERRITORIALE MONTI DAUNI (2009)
Meridaunia, in collaborazione con l’Università degli Studi di Foggia e la Comunità Montana dei Monti Dauni Meridionali, ha lavorato alla proposta di costituzione del Sistema Turistico Territoriale (STT) dei Monti Dauni & Lucera in risposta al Regolamento Regionale 9 marzo 2009, n. 4 (Regolamento ai sensi dell’art. 5, Legge regionale 11 febbraio 2002, n. 1 in materia di Sistemi Turistici Locali).
La proposta, condivisa dai Comuni e dagli operatori privati del settore turistico dei Monti Dauni & Lucera è in linea con le caratteristiche dell’area e le potenzialità di sviluppo turistico di questo territorio.
 
SPORTELLO “CREAZIONE D’IMPRESA” (2004 - OGGI)
Per far fronte ai problemi delle piccole imprese delle aree svantaggiate e per stimolare la creazione e il rafforzamento di nuove realtà imprenditoriali, Meridaunia ha attivato lo Sportello per la “Creazione d’impresa”, istituito ad aprile 2004 e tutt’oggi attivo nelle sedi di Bovino, Lucera e presso la struttura dell’Incubatore di Candela. Il servizio, curato da consulenti esperti di finanza agevolata, si pone l’obiettivo di fornire agli aspiranti imprenditori e alle imprese esistenti un servizio di consulenza e di supporto per l’accesso ai finanziamenti ma anche di provvedere in maniera completa alla fase della progettazione e di accompagnamento fino all’erogazione del contributo richiesto. Il servizio, completamente gratuito per la fase di consulenza, registra un grande successo sul territorio, visto il crescente numero di utenti che ne usufruiscono.
L’attività di orientamento e consulenza d’impresa extra Leader nel periodo 2008-2011 ha registrato circa 200 utenti, mentre per il periodo 2011-2015 oltre 700 utenti. Il supporto alla presentazione delle domande ha consentito il finanziamento di progetti a valere sul bando NIDI nel periodo 2014 -2015 per un importo di oltre 1.200.000,00 euro e di circa 250.000,00 euro a valere sul bando Microcredito d’impresa.
  1. ALTRI PROGETTI PER TEMATISMI
INCLUSIONE SOCIALE, CITTADINANZA ATTIVA, POLITICHE DI GENERE - PATTO SOCIALE DI GENERE DELL’AREA VASTA DEI MONTI DAUNI (2010)
In qualità di ente capofila, Meridaunia ha attivato sul territorio dei Monti Dauni la concertazione per definire una proposta progettuale sulle tematiche delle politiche di genere, ovvero azioni ed interventi per agevolare la condizione della donna e dell’uomo nel contesto sociale e professionale odierno. La proposta è stata relativa all’Avviso pubblico dell’Assessorato alle Politiche Sociali della Regione Puglia che ha inteso selezionare e finanziare “Patti Sociali di Genere nel territorio regionale”.  Meridaunia, partendo dall’analisi del territorio e da forme di partecipazione di soggetti e organismi del settore, ha individuato le maggiori carenze ed urgenze nelle politiche di genere del territorio per dare vita ad iniziative che favoriscano la conciliazione tra la vita professionale e la vita privata e promuovano un’equa distribuzione del lavoro di cura tra i sessi. La proposta progettuale “MI PIACE(rebbe) LAVORARE – Patto Sociale di Genere dell’Area Vasta dei Monti Dauni” presentata dal GAL Meridaunia è stata approvata dall’Assessorato al Welfare della Regione Puglia con un finanziamento pari a € 173.614,00.
 
PUBBLICAZIONE LIBRO BIANCO E CONVEGNO SUL WELFARE DEI MONTI DAUNI (2009)
Meridaunia ha curato la pubblicazione di un Libro Bianco sui servizi e i bisogni socio assistenziali nel territorio dei Monti Dauni, curata da quattro esperti del settore del sociale. L’analisi ha messo in luce i bisogni e le azioni da realizzare per le categorie sociali con maggiori difficoltà di integrazione, partendo dalla collaborazione con gli ambiti di zona di Troia e Lucera, realtà attive nel settore sociale e sociosanitario del territorio dei Monti Dauni.
Sia il convegno che il lavoro di pubblicazione della ricerca analisi sul sociale (Libro Bianco) realizzati da Meridaunia mettono in luce la volontà dell’agenzia di Sviluppo dei Monti Dauni di dare sempre maggiore respiro all’ambito del sociale, ambito che, nella prossima programmazione, sarà tradotto in progettualità ed iniziative a favore delle comunità locali dei 30 Comuni dei Monti Dauni.
 
COMMUNITAS - PATTO PER L’INCLUSIONE SOCIALE, LA LEGALITÀ E LA SICUREZZA DEL PIT N. 10 MONTI DAUNI  E DEGLI AMBITI TERRITORIALI DEI PIANI DI ZONA DI LUCERA E TROIA (2008)
Meridaunia è il soggetto tecnico cui è stata affidata la progettazione e l’implementazione del Patto per l’inclusione sociale, la legalità e la sicurezza del PIT n. 10 Monti Dauni, finanziato nell’ambito delle risorse disponibili a favore dei PIT, rivenienti dalla Convenzione per la gestione in service relativa alla regionalizzazione dei Patti Territoriali ai sensi della Delibera CIPE n. 26/2003 siglata tra il Ministero delle Attività Produttive e la Regione Puglia il 17 gennaio 2005.
Il Patto ha inteso promuovere interventi finalizzati a definire strategie integrate di sviluppo che considerino la cultura della legalità, la sicurezza e l’inclusione sociale, come assi portanti della crescita del territorio.
Importo finanziato dalla Regione Puglia: € 570.000,00.
 
PROGETTO S.O.S. TELESOCCORSO
Prima fase (2008)
Nel marzo del 2008, con fondi del GAL Meridaunia a valere sul PSL 2000-2006 (PIC Leader Plus) è partito il  progetto “S.O.S. Telesoccorso”, il servizio rivolto a soggetti in difficoltà dei Comuni appartenenti alla Comunità dei Monti Dauni Meridionali.
Il progetto è stato gestito dalla Cooperativa CSS di Isernia e ha previsto un servizio di telesoccorso, teleassistenza e tele compagnia per 270 utenti valutati idonei che, in situazioni di pericolo (malore improvviso, situazioni di pericolo, bisogno di aiuto, ecc…), premendo il dispositivo installato sul oloro telefono di casa, possono entrare direttamente in contatto con la Centrale operativa, nella quale cinque operatori specializzati raccolgono sono attivi 24 ore al giorno, 7 giorno su 7. L’Operatore di centrale recepisce il segnale di aiuto e dopo aver consultato in tempi rapidi la scheda personalizzata dell’utente fa scattare l’aiuto in base all’emergenza trasferendo le informazioni agli operatori territoriali competenti (medico, ambulanza, assistente sociale, familiari, vicini di casa, ecc….).
Tale servizio rappresenta un supporto indispensabile per favorire la permanenza e l’integrazione nell’ambiente abituale di vita di persone non completamente autosufficienti per ragioni sanitarie e/o sociali, al fine di prevenire e rimuovere situazioni di bisogno, abbandono e solitudine.
Seconda fase (2010)
Dopo due anni di propone nuovamente un progetto di Telefonia Sociale, dal titolo “Mai più soli”, il nuovo progetto di telefonia sociale, che riprende quello già attivo e lo allarga a nuovi utenti dei 16 Comuni dell’area meridionale dei Monti Dauni e per la prima volta, include nei potenziali utenti anche anziani e soggetti in difficoltà residenti nel Comune di Lucera.
Il progetto vede tra i partner, oltre alla Comunità Montana dei Monti Dauni Meridionali, la Cooperativa Sociale CSS, e gli Ambiti di zona di Troia e Lucera.
 
C.I.F.R.A. - Cura Inclusione Formazione Ricerca Azione (2006)
Localizzazione: Territorio del Piano di Zona di Lucera (Comune di Lucera e Comuni della Comunità dei Monti Dauni Settentrionali)
Il progetto è nato da un’analisi dei bisogni degli immigrati residenti nel territorio in ambito socio-sanitario un deficit culturale in primis e organizzativo rispetto ai fenomeni di integrazione e cittadinanza attiva.
Sono state realizzate azioni di a) di ricerca per rilevare la domanda inerente i servizi socio – sanitari da parte di persone immigrate residenti nel territorio del Piano di Zona di Lucera e contemporaneamente i bisogni formativi del personale socio-sanitario; b) Formazione e aggiornamento per il personale socio-sanitario c) Orientamento, informazione e formazione destinato alla popolazione immigrata residente sul nostro territorio d)Attivazione di una unità mobile di pronto intervento sociale.

 
AMBIENTE E ITC
PROGETTO CAPSDA – CENTRI DI ACCESSO PUBBLICO A SERVIZI DIGITALI AVANZATI (Accordo di Programma Quadro tra Stato e Regione in materia di E-Government) (2006)
Meridaunia, in convenzione con la Comunità Montana dei Monti Dauni Meridionali e la Comunità Montana dei Monti Dauni Settentrionali, a seguito della decisione della Regione Puglia di finanziare, nell’ambito dell’Accordo di Programma Quadro in materia di e-government e società dell’informazione, la realizzazione di punti e centri di accesso pubblico ai servizi digitali avanzati nei territori comunali ricadenti nell’area della Comunità Montana dei Monti Dauni Meridionali e della Comunità Montana dei Monti Dauni Settentrionali con l’obiettivo di promuovere l’utilizzo dei servizi digitali avanzati, si è impegnato a erogare, presso i 13 Centri di Accesso pubblico dislocati nel territorio delle due Comunità Montane presso strutture esistenti (es, case comunali), il servizio di tutoraggio di guida alla navigazione per la creazione di impresa.
 
CENTRO DI MONITORAGGIO AMBIENTALE
Meridaunia ha finanziato, in collaborazione con la Comunità Montana dei Monti Dauni Meridionali e con il CNR-ISEC un Centro di Monitoraggio Ambientale, dotato di un attrezzato laboratorio di analisi e di un’idonea biblioteca. Il Centro opera con l’obiettivo di riconoscere e individuare in tempi utili eventuali emergenze ambientali, compiere una diagnosi preliminare del problema e comunicarlo tempestivamente agli enti e alle istituzioni territoriali di competenza.
Inoltre, il Centro di Monitoraggio ambientale si è preoccupato di una prima fase di ricerca delle acque superficiali del territorio che ha portato alla stesura di una relazione dal titolo “Applicazione dell’indice biotico esteso ai corsi d’acqua situati nel territorio della Comunità Montana Dei Monti Dauni Meridionali”. Insieme al Centro di monitoraggio ambientale, sono state promosse azioni di recupero, valorizzazione delle zone boschive e naturali ed incremento delle specie autoctone.
Le risorse utilizzate per la realizzazione di questi progetti sono state pari a circa 420.000,00 euro.
 
PROGETTO AGENDA 21 LOCALE (2004)
Meridaunia, in qualità di Capofila di una A.T.S. con la Società AFORIS e con la Primagri Srl ha realizzato nel territorio della Comunità Montana dei Monti Dauni Meridionali un progetto P.O.R. Puglia 2000/2006 – Misura 5.2 – Azione 1 “Agenda 21 Locale – Redazione della relazione sullo stato dell’ambiente, l’attivazione del forum e la formazione del piano di azione locale”. Agenda 21 è un processo che ha tra le finalità principali l’integrazione dei temi della gestione ambientale e dell’equità sociale all’interno dei programmi e delle politiche di settore già esistenti. Esso è uno strumento innovativo di pianificazione su scala locale che, attraverso il consenso tra le istituzioni ed i vari settori ed attori di una comunità locale, mette in relazione aspetti ambientali, sociali, economici e territoriali per migliorare il territorio e contribuire a costruire una società complessivamente sostenibile. L’importo finanziato ammonta a 55.000,00 euro.

 
COOPERAZIONE TERRITORIALE E TRANSNAZIONALE
Progetti di cooperazione più importanti

TERRE OSPITALI
L’obiettivo generale del progetto è la realizzazione, la promozione e il lancio a livello nazionale di una rete di destinazioni (territori virtuosi) raccomandate per la capacità di coltivare la propria identità enogastronomica ed offrirla all’esperienza dei visitatori (viaggiatori). Per essere compresi nella rete e fregiarsi del riconoscimento di ‘Terra Ospitale’, i territori candidati dovranno aver raggiunto uno standard di qualità, valutato attraverso verifiche indipendenti. L’obiettivo generale potrà essere raggiunto attraverso il conseguimento dei seguenti obiettivi operativi:
•  definizione e sperimentazione di uno standard di qualità, riferito alla capacità di un territorio di coltivare la propria identità enogastronomia ed offrirla all’esperienza dei visitatori,  che sarà utilizzato per conferire ai territori candidati il riconoscimento formale di “Terra Ospitale”;
•  costituzione di una rete di 13-15 territori in grado di durare nel tempo, al di là dei tempi previsti per la realizzazione delle iniziative del progetto Terre Ospitali; una rete di territori accomunati dal raggiungimento  dei requisiti necessari a ottenere il riconoscimento formale di “Terra Ospitale”;
•  lancio della rete “Terrre Ospitali” all’attenzione del grande pubblico degli appassionati di enogastronomia e di turismo di scoperta;
PARTNER: GAL Maiella Verde – Abruzzo, GAL Prealpi e Dolomiti – Veneto, GAL Valli di Tures ed Aurina -Trentino Alto Adige GAL Val di Non - d’Ultimo – Martello - Trentino Alto Adige , GAL Etruria – Toscana, GAL Abruzzo Italico Alto Sangro Abruzzo, Gal Tradizione delle Terre Occitane Piemonte, GAL Castelli Romani e Monti Prenestini  - Lazio e SLOW FOOD ITALIA
COSTO: 175.000,00 euro a valere sul PSL Meridaunia
 
LEADERMED
Il progetto Leadermed ha quale obiettivo generale quello di  incoraggiare lo scambio di "know-how" fra i paesi del bacino del mediterraneo allo scopo di sostenere uno sviluppo rurale integrato e sostenibile, rafforzando l’identità rurale mediterranea attraverso la valorizzazione condivisa delle risorse locali, in continuità con quanto già realizzato La Regione Puglia e i nove GAL Pugliesi, nell’ambito della programmazione Leader + 2000-2006.
Il progetto si propone di sostenere il miglioramento della qualità e della quantità dei servizi turistici, in sinergia con le imprese del settore agricolo, commerciale, artigianale, con Enti Pubblici, associazioni e altri soggetti, al fine di introdurre servizi al turismo rurale, promuovere sistemi di rete di supporto e accrescere l’attrattività dei territori rurali.
Parallelamente, il progetto punta a migliorare il livello di conoscenze e le competenze professionali e le capacità imprenditoriali degli operatori locali delle aree rurali, al fine di aumentare l’efficacia delle iniziative di sviluppo e rivitalizzazione delle stesse promosse nell’asse III.
Particolare attenzione dovrà essere riservata al rafforzamento delle competenze collegate al settore turistico, artigianale, al settore dei servizi essenziali alla popolazione rurale, delle pratiche rurali tradizionali e di prodotti di qualità, al marketing, innovazione tecnica e tecnologica tenendo debitamente conto degli obiettivi ambientali al fine di ottenere lo sviluppo sostenibile  dei territori rurali.
Partner del progetto sono GAL della Puglia, del Libano, della Tunisia, Siria, Turchia, Albania, Kosovo, Croazia, Montenegro, Israele
 
EUROPEAN COUNTRY INN – LE LOCANDE DELL’EUROPA RURALE
L’obiettivo del progetto è quello di realizzare una rete fisica di Locande, ovvero luoghi dedicati alla promozione del binomio “territorio – prodotto” delle aree rurali nelle principali capitali europee.
Il progetto nasce dalla necessità dei territori rurali di emergere e farsi conoscere all’esterno, su vetrine di importanza nazionale e internazionale, attraverso sistemi di promozione di qualità.
Il progetto mira, quindi, a promuovere sui mercati e vetrine di rilevanza nazionale e internazionale le eccellenze turistiche, dell’artigianato tipico e eno-gastronomiche delle aree rurali, con la costituzione di una rete fisica di Locande (osterie, cantine, trattorie, etc. ovvero un luogo antico e legato alla storia e alla tradizione locale, ovvero luoghi dedicati alla promozione del binomio “territorio – prodotto” delle aree rurali nelle principali capitali europee dove proporre i prodotti tipici del territorio.
Partner del progetto: GAL della Puglia, della Sardegna, Abruzzo, Svezia, Romania
COSTO: € 474.069,95 euro a valere sul PSL Meridaunia
 
PUGLIESI NEL MONDO
Obiettivo generale del progetto è quello di rafforzare la coesione sociale e culturale tra le popolazioni emigrate e le loro zone d’origine, nonché favorire e supportare la integrazione delle comunità degli emigranti (prima e seconda generazione) e accompagnare l’integrazione europea con l’esaltazione delle singole identità regionali. Tale finalità è stata perseguita attraverso eventi e manifestazioni organizzate in collaborazione con le associazioni di Pugliesi nel Mondo per promuovere all’estero sia i prodotti e le eccellenze made in Italy che i territori rurali quali destinazioni turistiche. Inevitabilmente, si è avuta una maggiore visibilità e una promozione del Sistema Puglia e una maggiore conoscenza della Puglia da parte della comunità di pugliesi all’estero.
Partner Coinvolti: GAL Pugliesi,  Federazione e Associazioni dei Pugliesi nel mondo in particolare Canada, USA, Argentina,  Belgio.
COSTO: € 591.842,05 euro a valere sul PSL Meridaunia
 
 

 
Condividi su: Condividi Facebook Condividi Twitter