Telefono Tel. 0881.912007/966557   Fax 0881.912921
 E-mail: info@meridaunia.it  PEC: meridaunia@pec.it
Comune di Faeto
Comune di Faeto

Il grazioso borgo attorniato da splendidi boschi deve all'albero del faggio il proprio nome e le sue origini ai soldati angioini che si insediarono presso il monastero benedettino di SS. Salvatore, dopo aver abbandonato il Castrum di Crepacore.  Aria frizzante, buona cucina e un prosciutto dal sapore inconfondibile, fanno di Faeto una meta indimenticabile. Coricato sul fianco orientale del Monte Perazzoni, dai suoi 866 metri di altezza domina il Tavoliere, offrendo panorami unici che nei giorni limpidi abbracciano anche il Golfo di Manfredonia e il Promontorio del Gargano. Il fascino di Faeto è aumentato dalla lingua locale, il franco-provenzale, che resiste al tempo grazie all’orgoglio degli abitanti, e che viene tutelato grazie allo sportello linguistico istituito dal Comune che promuove e protegge le proprie radici con manifestazioni culturali e popolari.

Superficie:
26,19 kmq
Abitanti:
621
Densità:
23,70 Kmq
CAP:
71020

Punti di interesse
Chiesa madre del SS. Salvatore

La Chiesa Madre di Faeto è un bel esempio di architettura sacra rinascimentale che domina il borgo. Fu edificata nel XVI sec. utilizzando materiali ed elementi dell'omonimo monastero di cui non vi è più traccia.

La Casa del Capitano - Mu.Civi.Te

Delizioso edificio del XV sec., la cui storia è immersa nel mistero; oggi ospita i locali del Museo Civico (MuCiviTe), con la sua raccolta archeologica e l'itinerario sull'evoluzione insediativa locale, dalla preistoria al medioevo.

Torna indietro